SIETAR ITALIA

REGOLAMENTO INTERNO

adottato: febbraio 2010

1_ISCRIZIONE SOCI

1.1 I candidati all’iscrizione presentano la loro richiesta alla Segreteria dell’Associazione inviandola in via cartacea o telematica assieme a un loro breve curriculum professionale ed una dichiarazione su cosa motiva il loro interesse. La domanda va accompagnata dal Modulo di Candidatura e dalla Scheda Anagrafica Socio compilati in tutte le parti. Entro e non oltre sette giorni, la Segreteria inoltra a tutti i membri del Consiglio Direttivo la candidatura ricevuta. Qualora il Consiglio non sollevi circostanze ostative entro 60 giorni dalla data di presentazione, il candidato viene automaticamente considerato a tutti gli effetti Socio Ordinario allorquando sia in regola con il pagamento della quota associativa annuale

1.2 Per l’anno corrente, la quota associativa è di € 100,00

1.3 Quando si associa una organizzazione o unità organizzativa che opera nei campi di attività dell’Associazione o che dimostra interesse per le iniziative della stessa, essa versa (per l’anno in corso) una quota di € 250,00 e può inviare sino a tre rappresentanti nelle attività dell'Associazione, ma esprime un unico voto nelle Assemblee e nei Consigli Direttivi

1.4 I soci sostenitori sono professionisti, aziende, organizzazioni, enti pubblici o privati che offrano risorse proprie a sostegno dell’Associazione a mero titolo di liberalità gratuita. La quota di iscrizione annuale dei soci sostenitori è di €500, che dà diritto a partecipare con cinque rappresentanti alle attività dell'Associazione. I cinque rappresentanti di un Socio Sostenitore esprimono un unico voto in sede di Assemblea o Consiglio Direttivo.

1.5 Le quote associative sono raccolte annualmente da novembre a febbraio e danno diritto al socio di usufruire dei benefici dell’iscrizione all’Associazione per l’anno solare in corso.

 

2_COMPENSI e RIMBORSI. RISORSE ECONOMICHE

 

2.1 In nessun caso i soci vengono remunerati per i loro servizi a favore dell’Associazione.

2.2 In circostanze da decidere caso per caso, il Presidente può autorizzare il rimborso delle spese di viaggio, vitto e alloggio sostenute dai soci nel corso di attività specificamente dedicate alla vita dell’Associazione. Il rimborso avviene previa presentazione dell’opportuna documentazione al Tesoriere con l'autorizzazione firmata dal Presidente o dal suo delegato. E’ necessario allegare fatture, ricevute o scontrini in originale quali giustificativi di spesa. In caso di utilizzo di mezzo proprio, il rimborso avviene nella misura  del parametro chilometrico €0,35/km.

2.3 Il Consiglio Direttivo è tenuto al corrente dei rimborsi autorizzati dal Presidente. Laddove opportuno, può stabilire linee guide per determinare i successivi rimborsi.

2.4 Il Consiglio Direttivo si fa garante che l’eventuale finanziamento di attività dell’Associazione da parte di enti terzi non comprometta l’autonomia finanziaria e politica dell’Associazione.

2.5 Eventuali rapporti di fornitura di beni o servizi sono regolati da specifici accordi scritti tra le parti.

 

3_PRINCIPI E COMPORTAMENTI

3.1 Come da Statuto, SIETAR Italia ha tra i suoi scopi quello di contribuire allo sviluppo di standard professionali per l’attività di interculturalista, ivi compresa la creazione di un codice etico e deontologico.

3.2 Qualora al socio vengano richiesti comportamenti in contrasto con le norme dello Statuto o di questo Regolamento, può richiedere l’intervento dell’Associazione. Nel caso di una disputa con un Socio, le parti coinvolte si rimettono in prima istanza al giudizio arbitrale del Comitato dei Saggi dell'Associazione.

 

4_LINGUA

4.1 La lingua operativa dell’Associazione è l’italiano. Altre lingue possono essere utilizzate nelle attività dell’Associazione tramite accordi ad hoc tra i soci partecipanti.

5_RAPPRESENTANZA
 

5.1 Nessun socio può inviare comunicazioni in nome e per conto dell’Associazione senza previa approvazione del Presidente o del  Segretario

5.2 Laddove lo ritenga opportuno, il Consiglio Direttivo può assegnare ad una Commissione ad hoc il compito di gestire l’immagine dell’associazione nonché la comunicazione interna ed esterna.

5.3 Il Consiglio Direttivo può dare mandato a uno o più soci di rappresentare l’Associazione presso enti terzi o affiliati. Le modalità e i termini della nomina sono stabiliti dal Consiglio Direttivo compatibilmente con l’organizzazione dell’ente.

6_I GRUPPI DI LAVORO

6.1 I gruppi di lavoro esprimono la volontà di un gruppo di soci di approfondire temi e problematiche specifiche utilizzando le risorse di SIETAR Italia e di promuovere la visibilità e il riconoscimento  pubblico delle attività intraprese. Ogni gruppo di lavoro deve essere istituito dal Consiglio Direttivo e deve contare, tra  i suoi membri, almeno uno dei Consiglieri Direttivo. Il Consigliere attivo in un gruppo di lavoro ne è portavoce.

7_IL COMITATO DEI SAGGI

7.1 Come espresso dall’articolo 14 dello Statuto “I membri del Comitato dei Saggi (minimo tre) sono professionisti di riconosciuta esperienza nel campo interculturale che offriranno guida e supervisione alle attività dell’Associazione tramite il loro ruolo consultivo. Il Comitato dei Saggi potrà intervenire in caso di controversie tra i Soci con lo scopo di mediare senza la necessità di arbitraggio da parte di terzi.”

7.2 Il Comitato dei Saggi viene eletto dall’Assemblea su proposta del Consiglio Direttivo ed ha un mandato di tre anni. Nel semestre precedente alla scadenza del mandato, il Comitato e il Direttivo si adoperano affinché vengano individuati candidati di prestigio e autorevolezza nel settore.

8_IL CONSIGLIO DIRETTIVO

 

8.1 I membri del Consiglio Direttivo che siano assenti a tre riunioni consecutive verranno invitati a presentare le dimissioni dalla loro posizione